Palazzo dello Spot vuole rappresentare la destinazione privilegiata per tutti gli appassionati di pubblicità e delle strategie di marketing dietro ogni campagna di advertising, sia essa su carta stampata, su web, in radio o in televisione. Sembra strano ma è proprio così: esistono gli appassionati di pubblicità, e sanno riconoscere il valore di questa forma di “persuasione”. Anche chi è dietro a questo sito è convinto di ciò. A pensarci bene, per essere una attività eminentemente commerciale e rivolta a cambiare le abitudini di consumo di masse di utenti, la pubblicità può essere, e in certi casi lo è già, una forma d’arte: non a caso esistono premi specializzati per quelle più azzeccate e ingaggianti, e moltissime campagne sono ormai parte del bagaglio culturale di ognuno.

Su questo sito, appunto, l’intenzione è di riconoscere il valore culturale anche a questi brevissimi confezionamenti di immagini, jingle e dialogo: ce ne sono di bellissimi, e bisogna riconoscerli, sottolinearli e diffonderli il più possibile perché questa particolare forma di comunicazione diventi la norma e non più l’eccezione in un mondo basato sul martellamento mediatico.

Fare arte con la pubblicità è possibile, e riflettendoci – come si diceva – è già successo. Dunque Palazzo dello Spot vuole fare da evidenziatore e insieme da trampolino di lancio a questi precedenti illuminati, in maniera che possano fare da apripista a campagne sempre più intelligenti, poetiche e… azzeccate. In maniera da far sparire tutto ciò che il pubblico odia degli spot che affollano il panorama di ogni persona che siede in un cinema, si ferma su un canale televisivo o ha la propria canzone preferita interrotta prima del termine!